L'Arresto Cardiaco

timeIn Italia, ogni anno, una persona su mille viene colpita dalla cosiddetta morte cardiaca improvvisa; si tratta di circa 72.000 casi e meno del 5% riesce a sopravvivere.

Una persona colpita da arresto cardiaco, nel giro di pochi secondi, perde i sensi e presenta un’assenza di polso. Il tempo per intervenire è strettissimo, le percentuali di sopravvivenza diminuiscono del 7-10% al minuto se non si interviene con una Rianimazione Cardio Polmonare (RCP) e l’utilizzo del defibrillatore.

Esiste fino al 70% di possibilità di sopravvivenza in caso di defibrillazione nei primi 4 minuti

La catena della sopravvivenza:

catena sopr2

  1. Riconoscimento e attivazione del sistema di risposta all’emergenza
  2. RCP immediata di alta qualità
  3. Defibrillazione rapida
  4. Sistema di emergenza territoriale di base e avanzato
  5. Supporto vitale e assistenza post arresto avanzato

A un arresto cardiaco si può sopravvivere!
A un soccorso in ritardo no!

SAVEyourLIFE

logo saveyourlife

Gallery